Unità di Ricerca: Genomica Funzionale

Coordinatore

CognomeNomeQualifica
LANFRANCHIGEROLAMOProfessore ordinario


Componenti

CognomeNomeQualificaRuolo
BENVENUTOGIUSEPPEDottorandoMembro
BUSONLISADottorandoMembro
CAGNINSTEFANORicercatore universitario confermatoMembro
CALURAENRICAAssegnista di RicercaMembro
CHEMELLOFRANCESCOAssegnista di RicercaMembro
CORSODAVIDEAssegnista di RicercaMembro
LAVEDERPAOLORicercatore universitario confermatoMembro
MATTAMARCOBorsistaMembro
MILLINOCATERINATecnico-Amm.VoMembro
NON DEFINITOUTENTEAssegnista di RicercaMembro
PACCHIONIBENIAMINATecnico-Amm.VoMembro
ROMUALDICHIARAProfessore associato confermatoMembro
SALESGABRIELERicercatore a tempo determinato di tipo BMembro
URSOILENIADottorandoMembro
VENIERPAOLAProfessore associato confermatoMembro
LANFRANCHIGEROLAMOProfessore ordinarioCoordinatore


Aree di Ricerca

L’Unità di Ricerca di Genomica Funzionale è organizzata in tre gruppi di lavoro che sviluppano tematiche diverse di genomica funzionale, utilizzando diversi modelli animali e approcci sperimentali.
Il gruppo di Paola Venier si occupa di genomica funzionale dei bivalvi e, più recentemente, punta a capire le basi genetiche/epigenetiche della diversa suscettibilità di singole specie bivalvi ad agenti infettivi. I peptidi antimicrobici di mitilo esemplificano un gruppo di molecole in studio. Il gruppo sta sviluppando a scopo specifico delle analisi trascrizionali e genomiche in diversi modelli biologici (malacovirus, bivalvi, pesci, cellule umane).
Il gruppo di ricerca diretto da Chiara Romualdi studia e sviluppa nuove procedure computazionali per l’analisi e l’integrazione di dati genomici. In particolare da un punto di vista applicativo e metodologico si propone di usare modelli computazionali per l’integrazione di diversi tipi di dati di biologia sistemica (specialmente miRNA e lncRNA) in un contesto di analisi di pathway e di reti regolative.
Il gruppo di lavoro guidato da Gerolamo Lanfranchi, che coordina anche l'intera Unità, si occupa di genomica funzionale del muscolo scheletrico e cardiaco. I profili trascrizionali di muscoli in diverse condizioni fisiologiche e le loro variazioni dinamiche vengono studiati usando un approccio originale a singola cellula nel topo e uomo. Stati patologici del muscolo, come l'atrofia/ipertrofia, malattie infiammatorie, distrofie e tumori sono anche indagati. Il ruolo funzionale di specifiche vie e singoli fattori rivelato dagli studi genomici sono poi approfonditi utilizzando tecnologie di biologia cellulare e molecolare. Il team collabora inoltre strettamente con i gruppi Venier e Romualdi per i loro progetti.