Homepage

New publication - Design and experimental validation of an optimized microalgae-bacteria consortium for the bioremediation of glyphosate in continuous photobioreactors

Pubblicato il: 02.11.2022 16:43

DESIGN E VALIDAZIONE DI UN CONSORZIO OTTIMIZZATO MICROALGHE-BATTERI PER IL BIORISANAMENTO DEL GLIFOSATO IN FOTOBIOREATTORI IN CONTINUO

La disponibilità di acqua pulita e la sua gestione è al centro dell’agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile.

Come sviluppare nuovi sistemi di depurazione delle acque sostenibili ed efficienti?

La rimozione di composti persistenti richiede l’integrazione di conoscenze multidisciplinari, che spazino dalla bioinformatica all’ingegneria di processo, dalla biologia alla chimica.

La bioremediation tramite bioaugmentation, ovvero l’aggiunta di organismi benefici, in grado di degradare o favorire la rimozione di inquinanti target da parte dei microorganismi già presenti in loco, rappresenta una potente strategia per lo sviluppo di nuovi sistemi di depurazione. Un design razionale del processo di bioaugmentation è fondamentale per scegliere gli organismi più appropriati e stabilire le condizioni operative che lo rendano più efficiente.  

Lo studio Design and experimental validation of an optimized microalgae-bacteria consortium for the bioremediation of glyphosate in continuous photobioreactors pubblicato su «Journal of Hazardous Materials» e condotto dai ricercatori L. Borella, G. Novello, M. Gasparotto, G. Renella, M. Roverso, S. Bogialli: F. Filippini, E. Sforza dell’Università di Padova, mostra come sia possibile mettere a punto un processo per la rimozione del glifosato dalle acque, partendo dall’ analisi bioinformatica fino alle prove di validazione in laboratorio.

www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0304389422017150

 




Ultimo aggiornamento: 03.11.2022 09:41