Progetto CLODIA

  • Regione Veneto (DGR n.4069 del 30/12/2008)
  • Titolo del progetto “CLODIA - per lo sviluppo sostenibile degli ambienti costieri”

L’obiettivo principale del progetto è la gestione responsabile degli ambienti lagunari e costieri e della biodiversità marina nel territorio clodiense. Per questo, utilizzando gli strumenti sia della formazione che della ricerca, il progetto si propone di fornire le informazioni ed i dati necessari per una gestione responsabile, ma soprattutto di favorire l’integrazione e/o riconversione degli operatori del comparto pesca e più in generale la crescita della coscienza ambientale.

La formazione, offerta ai giovani, ai cittadini, ai turisti, ha come finalità la crescita della conoscenza degli ambienti lagunari e marini e delle specie che li popolano, con il conseguente sviluppo della coscienza ambientale. La formazione offerta agli operatori del settore pesca e agli operatori nell’ambito del turismo ecologico ha come finalità, nel mantenimento delle tradizioni locali, l’aumento della consapevolezza della vulnerabilità ambientale, delle conseguenze dell’eccessivo sfruttamento degli stock ittici, la conoscenza dell’uso di nuove tecnologie di pesca, della sicurezza a bordo degli operatori, delle possibilità offerte dall’integrazione/riconversione in altre attività legate al mare, delle prospettive offerte dal turismo ecologico.

La ricerca proposta intende da un lato analizzare l’entità della pesca costiera, al fine di proporre delle misure gestionali e valutare la possibile riconversione di imbarcazioni a pesca-turismo, dall’altro fornire per i molluschi bivalvi le basi necessarie ad implementare forme di gestione delle attività di pesca e a promuovere nuove opportunità di allevamento. Quest’ultimo aspetto è di particolare rilevanza in quanto si opererà nell’ottica di raccogliere informazioni necessarie ad auspicabili interventi di ripopolamento di una specie autoctona oramai in forte declino (la bevarassa) e di sperimentare tecniche di allevamento di specie, quali i canestrelli, oggi esclusivamente oggetto di pesca.

I risultati delle analisi relative allo stato della pesca costiera mirano ad offrire strumenti per la gestione responsabile degli stock ma anche un prezioso sostegno alla formazione dei pescatori. D’altro canto i risultati relativi a ripopolamento e allevamento di bivalvi tendono a preparare concrete opportunità di sviluppo socio-economico per il territorio.

Principal Investigator

Partnership

  • Comune di Chioggia, Dott. Nicola Boscolo Pecchie
  • Legacoop Veneto settore Pesca, Dott. Antonio Gottardo

Sito web

http://chioggia.scienze.unipd.it/ita/presentazioneprogettoclodia.html